Obiettivo strategico dell'Amministrazione MDIF - MINISTERO DELLA DIFESA

OBS227 Revisione organizzativa del processo di controllo di gestione integrato, anche a supporto della misurazione della performance.

Anagrafica
Pubblica amministrazioneMDIF - MINISTERO DELLA DIFESA
Codice36
Anno di riferimento2015
TitoloOBS227 Revisione organizzativa del processo di controllo di gestione integrato, anche a supporto della misurazione della performance.
DescrizioneOBS227 L'obiettivo ha lo scopo di procedere ad una revisione del processo di controllo di gestione integrato secondo l'approccio "Net centrico" caratterizzante le piattaforme ICT gestionale della Difesa, procedendo alla messa a regime delle banche dati centralizzate relative ai settori del personale, delle infrastrutture e dei mezzi e materiali. La sua misurazione si basa su un indice proxy afferente il livello di completezza ed affidabilità delle banche dati centralizzate "Personale", "Infrastrutture" e "Mezzi e Materiali" nonchè del livello di diffusione del protocollo informatico e della PEC.
Missione005 – Difesa e sicurezza del territorio
Programma008 – Missioni militari di pace
Centri di responsabilità
  • UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI
Portatori di interesse -
Altri portatori di interesse -
Preventivo
Risorse a preventivo primo anno -
Risorse a preventivo secondo anno€ 0,00
Risorse a preventivo terzo anno€ 0,00
Altre informazioni
Note -
Data di approvazione -

Priorità politica area strategica

RAZIONALIZZAZIONE ORGANIZZATIVA E MIGLIORAMENTO DEI PROCESSI
Codice3
TitoloRAZIONALIZZAZIONE ORGANIZZATIVA E MIGLIORAMENTO DEI PROCESSI
Descrizioneal fine di: 1) ridurre le dotazioni organiche delle Forze Armate in linea con il processo di riforma in atto; 2) garantire la corretta alimentazione dei ruoli, in tutte le categorie, con moduli dimensionati alle nuove esigenze organiche; 3) riqualificare la spesa per la operatività dello strumento destinando al settore i recuperi disponibili grazie al processo di revisione della consistenza e della struttura delle Forze e dei Comandi; promuovere un importante piano di dismissione di immobili ed infrastrutture; 4) rivedere in chiave riduttiva gli elenchi degli incarichi che danno titolo agli alloggi ASIR, razionalizzando le relative spese; 5) attuare la politica di ottimizzazione del patrimonio alloggiativo della difesa; rendere disponibili per il personale in servizio gli alloggi in uso ad utenti con il titolo concessorio scaduto salvaguardando il personale rientrante nelle fasce protette; 6) perseguire una politica ministeriale di mobilità sostenibile, attraverso una revisione riduttiva della titolarità delle autovetture di servizio; 7) orientare la spesa per valorizzarne l¿aspetto qualitativo; concentrarsi sulle attività core business della Difesa; 8) proseguire nel processo di integrazione interforze nei campi operativo, tecnico-logistico, amministrativo e gestionale, addestrativo e formativo; 9) avviare approfondimenti volti a ricercare soluzioni per accrescere il ruolo dello Sport con le stellette, in un¿ottica interforze di razionalizzazione e riassetto degli organismi preposti; 10) sostenere il benessere del personale militare e civile del Dicastero; 11) perseguire ogni iniziativa volta ad integrare i trattamenti previdenziali del personale militare; 12) supportare ogni iniziativa di protezione sociale soprattutto nei confronti delle fasce più deboli di personale; 13) completare lo sviluppo delle banche dati centralizzate; 14) dare impulso ad una strategia di valorizzazione della professionalità del personale civile del Dicastero a tutti i livelli dell¿organizzazione; 15) agevolare l¿individuazione di soluzioni per la migliore ricollocazione del personale civile a seguito delle ristrutturazioni e soppressioni di enti conseguenti alla revisione dello strumento militare; 16) dare piena attuazione alle attività di valutazione individuale del personale civile dirigente della Difesa; 17) predisporre il Sistema di misurazione e valutazione del personale civile non dirigente della Difesa; 18) razionalizzare ulteriormente il settore infrastrutturale tendendo a centralizzare tutta l¿attività riferita al settore Demanio; 19) proseguire nell¿attuazione di una politica energetica della Difesa di respiro strategico; 20) perseguire la sostenibilità ambientale di tutte le attività della Difesa e l¿attenta gestione ambientale e il costante monitoraggio delle aree militari, nonché l¿appropriata gestione dei rifiuti; 21) assicurare la disponibilità di un applicativo idoneo alla programmazione, gestione, controllo e rendicontazione del bilancio della Difesa, in maniera integrata; 22) valorizzare la qualità dei servizi resi attraverso la progressiva semplificazione ed automazione dei processi e delle procedure interne, l¿adeguamento ed il controllo del rispetto dei tempi procedimentali; 23) perseguire le attività di misurazione e valutazione della performance organizzativa, in un¿ottica integrata con il bilancio finanziario ed il budget economico patrimoniale; 24) promuovere e curare lo sviluppo delle pari opportunità nel ciclo di gestione della performance; 25) dare integrale attuazione agli adempimenti in materia di prevenzione della corruzione, di trasparenza e integrità e di incompatibilità ed inconferibilità degli incarichi; assicurare la rotazione del personale civile e militare impiegato negli incarichi a più elevato rischio corruttivo; 26) proseguire nell¿attuazione di tutte le misure che continuino a favorire un processo di rapida riduzione dei tempi medi di pagamento.
Anno di riferimento2015